Il verde, la natura e la laguna a Lignano

Visita aree naturalistiche, le oasi protette e luoghi più incantati a Lignano e nei dintorni:

Una penisola di spiaggia dorata lunga 8 km, al centro del nord Adriatico tra Venezia e Trieste, adagiata tra il mare Adriatico e la Laguna di Marano questa è Lignano con le sue tre località Lignano Sabbiadoro Pineta Riviera. Verso sud Il mare pulito tanto da guadagnare ogni anno il riconoscimento della bandiera blu, degrada lentamente la sua profondità sì da garantire bagni sicuri anche per i più piccoli, l’estesa spiaggia consente tranquilli bagni d isole sabbiature e ogni tipo di attività collaterali; verso nord l’oasi lagunare, chiusa da alcuni isolotti verso est, ospita molte specie floreali tipiche e faunistiche stanziali e migratorie. L’entroterra è caratterizzato da una vasta pineta con flora mediterranea, parzialmente con insediamenti abitativi e per la maggior parte oasi faunistica consente passeggiate ed escursioni in mountanbike o a cavallo. Ad ovest il tranquillo scorrere del fiume Tagliamento bagna la sua estremità e la caratterizza come lugo immerso nella natura tanto che Ernest Hemingway, al tempo appassionato frequentatore della località, la definì “la Florida d’Italia” e incominciò a descriverla "di là dal fiume tra gli alberi..."

Elenco aree naturalistiche e protette per l'area di Lignano:

Laguna di Marano

La laguna di Marano si estende fra il fiume Tagliamento e porto Buso a nord della penisola di Lignano e delle barene, isolotti sedimentali noti come isola delle conchiglie e isola di S. Andrea, che la dividono dal mare. Oasi naturale incontaminata, la regione Friuli Venezia Giulia ha istituito due riserve naturali una sul delta del fiume Stella, l’altra è una riserva di pesca o valle per l’allevamento ittico ambedue di grande pregio naturalistico grazie all’'eccezionale presenza avifaunistica, numerosissime specie di uccelli stanziali e migratori popolano tale ambiente (oche, gabbiani, cigni reali, aironi, sterne), ricchissimo di vegetazione spontanea di canne palustri, limonio e giunchi, dove trovano l’ambiente ideale per nidificare o trascorrere l’inverno durante le migrazioni, ricchissima è la presenza ittica di specie tipicamente lagunari (molluschi, seppie, calamari, polipi, mitili, razze, spigole orate, gamberi). L’oasi è meta di escursioni organizzate su imbarcazioni appositamente attrezzate.

Casoni di Lignano, Marano

All’interno della Laguna, tra i canali formati dalle barene, si possono trovare i caratteristici "Casoni". Sono costruzioni abitative originariamente costruite dai pescatori del luogo per trovarvi riparo durante le battute di pesca o luogo di riposo tra una pescata e l’altra prima del rientro a pesca finita. La loro struttura è formata da fasci di canne lacustri opportunamente assemblate, composte di un unico locale a pianta rettangolare o circolare con un focolare al centro. Oggi sono meta turistica didattica. Alcuni Casoni, di proprietà privata, sono stati attrezzati per ospitare piccole compagnie per trascorrere una giornata diversa mangiando un piatto tipico di pesce quali l’anguilla ai ferri o le “sarde in saor”degustare un buon bicchiere di vinello locale, vivendo alcuni momenti magici con la natura con il profumo dell’aria salmastra che circonda tutto.

Isola delle conchiglie(isola di Martignano)

L’isola di Martignano, grossa barena sedimentale, più nota come "isola delle conchiglie", sorge di fronte all’estremo est della penisola di Lignano da cui dista poche centinaia di metri. Ricchissima di flora e fauna rappresenta un luogo ideale per gli escursionisti amanti della natura incontaminata, che la frequentano assiduamente durante tutta l’estate. Il suo litorale verso il mare aperto è composto di sabbia ancor più dorata di quella di Lignano. Oltre che per la balneazione in acque pulitissime, i bagni di sole, le passeggiate al suo interno alla ricerca di qualche specie avicola rara, o la raccolta di splendide conchiglie che il mare riporta sulla spiaggia, l’isola è meta abituale di "Kiters" poiché ha brezze ideali per gli amanti di questo sport, che ne hanno fatta la loro sede abituale. "L’isola delle conchiglie" raggiungibile in pochi minuti anche da piccole imbarcazioni consente di trascorrere una giornata immaginandosi di essere per un momento "Robinson Crosue".

Foci del Tagliamento

Il fiume Tagliamento con il suo lento scorrere verso il mare in cui sfocia all’estremo ovest della penisola di Lignano, fa da confine con la limitrofa Regione Veneto. Il corso d’acqua è navigabile per molti kilometri dalla foce, le sue sponde sono ricche di vegetazione, alberi e macchia mediterranea. I sui colori l’azzurro delle acque e il verde delle pinete adiacenti ne fanno meta di escursioni in barca anche di dimensioni più grosse, è di frequenti gite in bicicletta o a cavallo lungo le sue sponde. Le sue acque sono ricche di pesci tipici dell’ambiente salmastro, gli amanti della pesca possono praticare il loro sport preferito catturando prede quali spigole o branzini (come sono chiamati da queste parti), cefali o anguille anche di notevole taglia. Quando la stagione lo permette lungo le sue sponde, in mezzo alla pineta si possono raccogliere more selvatiche o germogli di piante commestibili, con cui i locali preparano squisite pietanze.

Parco Hemingway Lignano

Lignano è immerso in una vasta pineta, numerosi parchi o zone attrezzate sono stati realizzati al suo interno, uno dei più noti è il parco Hemingway, dedicato appunto al famoso scrittore che fece di Lignano meta di lunghi periodi di vacanza e lavoro. Il parco, sorge nella località di Lignano Pineta e si estende per alcuni ettari, al suo interno sono state ricavate piste ciclabili, aree attrezzate per i bambini con altalene scivoli dove possono giocare lontano dai pericoli, una zona è dedicata a spettacoli all’aperto con una piccola arena e un palco sopraelevato, tutto in armonia con il verde dei pini. Una zona del parco ricorda lo scrittore con riproduzioni fotografiche immagini e scritti della sua vita avventurosa. ùfamose è la "festa dei fiori" che inaugura la stagione estiva, si svolge tra l’ultima domenica d’aprile e il primo maggio numerose iniziative dall’artigianato tipico ai chioschi gastronomici in una coloratissima mostra mercato di fiori e piante.